I vantaggi

Rispetto alle fonti tradizionali, quelle rinnovabili presentano diversi importanti vantaggi dal punto di vista ambientale, sanitario ed economico.

Vantaggi per l’ambiente

La produzione di energia da combustibili fossili o di energia nucleare implica pesanti esternalità negative dal punto di vista ambientale, tra le quali l’aumento della CO2 nell'atmosfera, causa principale del surriscaldamento globale, l’emissione di sostanze nocive come, ad esempio, polveri sottili, mercurio e anidride solforosa (SO2), responsabile del fenomeno delle piogge acide. Altre esternalità comprendono le alterazioni della composizione chimica del suolo, inquinamento delle falde, l'acidificazione di laghi e fiumi.

Le energie rinnovabili sono invece caratterizzate da:

  • piena sostenibilità
  • un impatto ambientale ridottissimo
  • inesauribilità delle fonti.

Vantaggi per la salute

Le stesse sostanze inquinanti prodotte dai combustibili fossili o dall’energia nucleare che producono danni all’ambiente sono fortemente nocive anche per la salute umana, favorendo o causando l’insorgere di malattie polmonari e cardiocircolatorie, disturbi neurologici, cancro, aborti spontanei, malformazioni.

Vantaggi economici

Promuovendo la diversificazione delle fonti energetiche e garantendo una fornitura costante di energia, la strategia delle rinnovabili si rivela vincente anche sotto il profilo economico:

  • riduce la dipendenza dalle fonti d'importazione
  • contribuisce a preservare il patrimonio naturale del territorio
  • riduce i costi dell’energia a vantaggio di tutti
  • favorisce lo sviluppo economico e l’occupazione
  • stabilizza i prezzi dell’energia